Fork me on GitHub
con Valerio Galano

Il podcast dove si ragiona da informatici

Un informatico risolve problemi, a volte anche usando il computer

Riflessioni e idee dal mondo del software

Episodio del podcast

Espresso - Il mio desktop set: Logitech MX Keys e Vertical

24 ottobre 2021 Podcast Episodio 71 Stagione 2
Espresso - Il mio desktop set: Logitech MX Keys e Vertical

Descrizione

Logitech MX Vertical mouse https://amzn.to/2Wvp8Ws
Logitech MX Keys - https://amzn.to/3AK4Qad
Logitech MX Palmrest per MX Keys Tastiera - https://amzn.to/3iRDpoy
Anpollo Tappetino Mouse Ergonomico - https://amzn.to/3iT0Pdi

Attrezzatura:
Shure Microfono Podcast USB MV7 - https://amzn.to/3862ZRf
Neewer NW-5 Pannello fonoassorbente - https://amzn.to/3rysTFP

Utilizzando i link affiliati, il costo di un qualsiasi acquisto non sarà maggiore per te, ma una piccola parte del ricavato servirà per sostenere il progetto.

Produttori:
Alex Ghibellini, Anonimo

Sostieni il progetto

Sostieni tramite Satispay
Sostieni tramite Revolut
Sostieni tramite PayPal
Sostieni utilizzando i link affiliati di Pensieri in codice: Amazon, Todoist, ProtonMail, ProtonVPN, Satispay

Partner

GrUSP (Codice sconto per tutti gli eventi: community_PIC)
Schrödinger Hat

Crediti

Sound design - Alex Raccuglia
Voce intro - Maria Chiara Virgili
Voce intro - Spad
Musiche - Kubbi - Up In My Jam, Light-foot - Moldy Lotion, Creativity, Old time memories
Suoni - Zapsplat.com
Cover e trascrizione - Francesco Zubani

Mostra testo dell'episodio

Nascondi

Quella che segue è una trascrizione automatica dell'episodio.

Ti do il benvenuto su Espresso, la rubrica di pensieri in codice in cui ci beviamo insieme un caffè ed io ti racconto di un libro, di un gadget, di un videogame o di qualsiasi altra cosa che mi ha colpito e che sono sicuro piacerà anche a te. Al termine dell’episodio, se riterrai che ti abbia dato un buon consiglio e vorrai offrire tu il prossimo caffè, potrai farlo acquistando dal link affiliato che trovi in descrizione o addirittura pensando di inviare un piccolo contributo per supportare il progetto. Trovi tutti i dettagli sul sito pensieriincodice.it con due i. Il consiglio che sto per darti oggi è venuto fuori da una riflessione che ho fatto qualche tempo fa mentre chattavo con i ragazzi della community di pensieri in codice. Oggi, con il senno di poi, mi rendo conto essere una riflessione anche abbastanza banale, ma al momento, mentre ero lì che scrivevo sul gruppo Telegram, mi è sembrata quasi una sorta di illuminazione. Eravamo lì che discutevamo di computer, di sistemi operativi, eccetera, quando all’improvviso ho realizzato che, con buonissima probabilità, la maggior parte dei appartenenti alla community di pensieri in codice è fatta di persone che trascorrono moltissimo tempo davanti a un computer. E di conseguenza è molto probabile che questo valga anche per te che mi stai ascoltando in questo momento. Magari non sei un programmatore o un informatico nello specifico. Magari sei un tecnico, uno studente o un impiegato che utilizza il computer per il proprio lavoro. Ma in ogni caso, visti gli argomenti di cui quasi sempre parliamo, sento di poter supporre che anche tu, come me, trascorra tantissimo tempo con le mani su un mouse e una tastiera. Quindi ho pensato, visto che ho una sorta di fissazione per questo tipo di periferiche, e visto che negli ultimi mesi ho trovato una configurazione che sembra soddisfarmi, perché non parlarne anche con te? Magari potresti trovarlo interessante e addirittura trarne beneficio. Quindi inizio subito col dirti che negli ultimi 15 anni o poco più, lavorando come freelance, ho avuto la possibilità di girare tra moltissimi uffici diversi e quindi anche di provare molte postazioni differenti, con vari tipi di tastiere, mouse, più o meno tecnologici, più o meno moderni, di varie fasce di prezzo, di vari livelli di qualità. E in tutto questo ho anche conosciuto molte persone alle quali non faceva alcuna differenza utilizzare una periferica piuttosto che un’altra. Ma ben presto, anzi forse anche da prima, da quando ero più piccolo e il computer lo utilizzavo solo per scopi didattici o di divertimento, ho anche capito che per me questa cosa non valeva. Per me è sempre stato fondamentale utilizzare delle periferiche che fossero sia comode sia funzionali e questo proprio per una serie di fattori fisici e di rendimento. Quando infatti sono impegnato nello svolgere un lavoro, se utilizzo ad esempio un mouse la cui corsa non è abbastanza fluida, il cui movimento non è abbastanza preciso o che magari non scivola bene sulla superficie, beh questo mi porta una sorta di frustrazione che mi deconcentra e mi impedisce di lavorare nel modo corretto e con il massimo dell’efficienza. E la stessa cosa mi accade ad esempio se utilizzo una di quelle tastiere da pochi euro dove la corsa dei tasti non è ben fluida o il movimento del tasto è un po’ basculante. So che sembrano delle scuse ma in realtà è proprio così, non riesco a concentrarmi se le periferiche non rispondono esattamente come vorrei. E a tutto questo vanno poi aggiunti i fastidi fisici dovuti all’utilizzo prolungato di questo tipo di periferiche di scarsa qualità che nello specifico per me si traducono in affaticamento dei polsi, affaticamento dei pollici e un dolore alla spalla destra che può durare anche qualche giorno. Ora come accennavo all’inizio io di soluzioni a questo problema ne ho cercate e ne ho sperimentate varie ma nell’ultimo periodo sento di aver trovato qualcosa che se non è la perfezione se non altro ci si avvicina abbastanza. E mi riferisco a quello che è il consiglio di questo episodio e cioè l’accoppiata tastiera Logitech MX Keys e Mouse Logitech MX Vertical. Si tratta ovviamente di periferiche professionali di fascia alta ora non sto qui a elencarti le caratteristiche tecniche perché quelle le puoi leggere ai link che ti lascio in descrizione ma quello che vorrei invece fare è provare a trasmetterti la mia esperienza in modo che tu possa farti un’idea di come sono questi oggetti nell’utilizzo quotidiano e per quotidiano intendo in media dieci ore al giorno per sei giorni a settimana. Quindi cominciamo con la tastiera la Logitech MX Keys. Inizio subito col dirti che non è una tastiera dalla forma particolare non è ergonomica non ha inclinazioni strane e non ha una lunghezza al di fuori dello standard. Quello che invece ha di particolare che secondo me la caratterizza in senso positivo sono i tasti. Ora non so esattamente come spiegare questa cosa se non dicendo che la corsa dei tasti è perfetta la resistenza che essi oppongono quando li premi è perfetta e tutto ciò unito alla forma particolare dei tasti cioè con una sorta di incavo nel quale posizionare i polpastrelli rendono la digitazione assolutamente piacevole e rilassante e inoltre parliamo anche di tasti piuttosto silenziosi che quindi non disturbano gli altri all’interno della stanza cosa che invece accade ad esempio con quelle tastiere meccaniche che pure sono piacevoli da utilizzare ma non tanto da ascoltare per chi magari è concentrato nel fare un altro lavoro. Infine un’altra caratteristica che apprezzo particolarmente è che questa tastiera è molto solida e pesante e questo la rende stabile sul piano di lavoro e anche piuttosto resistente a quelli che potremmo chiamare gli sfoghi dovuti ad attività complesse come il debug ad esempio. Se sei un programmatore mi avrai capito di sicuro. Quindi passiamo invece al mouse. Anche il mouse come per la tastiera non appare particolarmente come dire speciale per essere un mouse di fascia alta della Logitech infatti non ha cose come ad esempio il super scroll o un motore da centinaia di migliaia di dpi ma la sua caratteristica principale è quella di essere verticale il che in pratica vuol dire che la mano viene appoggiata sul mouse non in modo classico quindi come se fosse appoggiata su un tavolo diciamo così ma in posizione appunto verticale un po’ come se si impugnasse un bicchiere ad esempio. Ok mi rendo conto che non so spiegarti questa cosa ma sarebbe tutto più facile se tu cliccassi sul link in descrizione ok? Quello che però ti posso dire con certezza è che da quando utilizzo questo mouse il mio dolore alla spalla che persisteva da mesi ormai è completamente sparito e oltre a questo si tratta anche di un ottimo mouse è leggero scorre bene ed è anche molto solido vedi discorso di prima. Insomma nonostante non spicchino come ad esempio le tastiere o il mouse da gaming queste periferiche sono strumenti professionali e di grande qualità basta pensare che entrambi hanno un’autonomia di batteria di quasi un mese considerando soprattutto che io sono uno che dimentica puntualmente di spegnerli. E infine questo lo dico per dovere di cronaca al mio diciamo così kit da desktop ho aggiunto anche un paio di poggi a polsi hai presente no? Quella specie di cuscinetti che si mettono davanti alla tastiera e al mouse e che fanno in modo che i polsi non stiano troppo piegati quando sono a riposo. Io ti metto un paio di link anche per quelli ma ovviamente in linea di massima uno vale l’altro l’unico consiglio che mi sento di darti è di non comprare proprio quelli troppo economici e al tempo stesso assicurarti che siano lavabili che può tornare utile insomma. Bene spero di averti dato dei buoni consigli ti ricordo sempre che puoi dare una mano al progetto acquistando questi prodotti o altri se preferisci dai link affiliati che trovi in descrizione o andando sul sito pensieriincodice.it per oggi ti ringrazio per avermi tenuto compagnia e ti do appuntamento al prossimo caffè

Nascondi